5 MAGGIO GIORNATA CONTRO LA PEDOFILIA – LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA SOCIETA’ ITALIANA DI NEUROPSICHIATRIA DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA, DOTT.SSA ANTONELLA COSTANTINO

       SINPIA2aNel giorno della lotta alla pedofilia, non può passare sotto silenzio il fatto che la SINPIA (Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza – www.sinpia.eu) dal 2007 mantiene nelle sue “Linee guida in tema di abuso sui minori” il riferimento espresso ad una sindrome inesistente: la PAS – Sindrome di Alienazione Genitoriale.

      Nelle Linee guida si legge punto. 3.3 (pag. 10) : “Una ulteriore forma di abuso psicologico può consistere nella alienazione di una figura genitoriale da parte dell’altra sino alla co-costruzione nel bambino di una “Sindrome di Alienazione Genitoriale” (Gardner, 1984)“.

Lo sforzo di questa società scientifica di costruire linee guida attendibili per l’individuazione dell’abuso rischia pericolosamente di franare avendo inserito nel proprio ambito di valutazione un esponente della categoria pro-pedofilia, rappresentato da Richard Gardner, la cui teoria, rifiutata in ambito scientifico, è nata storicamente per tutelare con false teorie i padri abusanti dalle accuse dei bambini.

Gardner ha cercato di mettere il bavaglio ai bambini e alle madri che hanno avuto il coraggio di denunciare le violenze in famiglia inventandosi la PAS – Sindrome di Alienazione Genitoriale – che è considerata “scienza spazzatura”, con questa falsa malattia pretende di dimostrare, attraverso criteri privi di serietà, scienza e buon senso, che le accuse di incesto sono false perché generate da madri e donne malvagie che hanno manipolato i loro figli a danno dei padri.

Gardner ha costruito una teoria per dimostrare preventivamente, attraverso una diagnosi fasulla di una malattia inesistente, che l’accusa o la denuncia di abuso è infondata.

Le Linee Guida della SINPIA hanno compreso infatti la diagnosi di PAS fra le cause che spiegano le false denunce: punto 6.1. punto 3) (pag. 21): Le denunce infondate o falsi positivi – A questo gruppo appartengono abusi dichiarati ma in realtà non concretamente consumati, trattandosi di una (…) effetto di una sindrome di alienazione genitoriale.

SI-PAS    Gardner è considerato un attivista della pedofilia e la sua operazione ideologica è univocamente e sistematicamente indirizzata a violare i diritti di tutela di donne e bambini.

    Nella giornata contro la pedofilia, nel momento in cui la parte sana di questo paese è scossa dagli eventi traumatici del Parco Verde di Caivano, che hanno mostrato un contesto allargato di omertà e silenzio, non possiamo non segnalare all’opinione pubblica l’accoglienza che Gardner ha trovato in una Società finalizzata al benessere dei bambini e degli adolescenti.

La Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza, se insisterà nel confermare le teorie di Gardner, che oramai sono state pubblicamente sconfessate anche dalla Corte di Cassazione (S. Cass Civ I sez. 7041/13, che ha definito Gardner uno psichiatra che giustificava la pedofilia e dal Parere dell’Istituto Superiore di Sanità che non ritiene che tale costrutto abbia né sufficiente sostegno empirico (…) né rilevanza clinica tali da poter essere considerata una patologia) sarà responsabile non più di un errore, ma di una scelta “politica” orientata a violare pesantemente il bisogno di scienza, di verità e protezione di cui le madri, le donne e i bambini hanno bisogno e diritto.

Con la presente lettera chiediamo alla Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia, in persona del suo Presidente dott.ssa Antonella Costantino, di prendere pubblicamente le distanze dalla PAS e dalla ideologia dell’Alienazione Genitoriale (che utilizza gli stessi criteri diagnostici della PAS) e togliere ogni riferimento nelle sue Linee Guida di tale spaventoso errore scientifico ed orrore ideologico.

Il Movimento per l’Infanzia

Elvira Reale, psiucologa, Napoli.   Serenella Pignotti, pediatra, Firenze. Andrea Mazzeo, psichiatra, Lecce.  Girolamo Coffari, avvocato, Firenze

Lascia un commento