index Secondo Mario Volpi, presidente dell’associaizone Meninos de rua, in Brasile 7.000.000 di bambini vivono abbandonati per le strade, 2.000.000 di bambini sono sfruttati per abusi sessuali e ogni anno, in Brasile, vengono uccisi, da gruppi di giustizieri armati dai commercianti, più di 1.200 bambini di strada.

Se noi vedremo i mondiali di calcio senza fare nulla SAREMO COMPLICI DI QUESTO ORRORE.

I Mondiali di calcio fra spese, premi partita, pubblicità, diritti televisivi, stipendi d’oro porteranno guadagni per decine e decine di miliardi di dollari nella totale indifferenza!

No, non dobbiamo essere complici e non dobbiamo partecipare a questa inaccettabile ipocrisia.

A MENO CHE questa ricchezza diventi anche un’occasione di crescita per i bambini di strada e per la nostra coscienza.

Ci rivolgiamo quindi a Sepp Blatter (presidente FIFA) affinchè chieda e OTTENGA che il 3% di ogni transazione finanziaria relativa a questi mondiali sia destinata ai meninos de rua a tre condizioni:

1. Che il danaro sia direttamente dato alle associazioni locali che aiutano i bambini di strada (ci dispiace, non ci fidiamo dei politici)

2. Che il danaro sia speso per l’istruzione, la cura, l’educazione e l’avviamento al lavoro dei bambini di strada

3. Che sia delegato il Movimento per l’Infanzia (promotore dell’iniziativa) ad indicare le associazioni e controllare le fasi di realizzazione dei progetti, secondo principi di trasparenza (tutto pubblicato sul web) e la correttezza dell’uso del danaro.

Adesso dipende da te, se raggiungeremo milioni di firme, otterremo quanto richiesto! Girolamo Andrea Coffari, presidente del Movimento per l’Infanzia – www.movimentoinfanzia.iT

QUESTA PETIZIONE è SU AVAAZ: https://secure.avaaz.org/it/petition/Sepp_Blatter_presidente_FIFA_Destinare_il_3_dei_ricavi_del_Mondiale_ai_meninos_de_rua/

DIPENDE DA TE QUANTE FIRME OTTERRA’ E SE SAREMO MILIONI CAMBIEREMO IL MONDO DI MOLTI DI QUESTI BAMBINI E LA NOSTRA CATTIVA COSCIENZA.

FORSE NON SAI CHE:

In Brasile i Mondiali di calcio sono già da tempo oggetto di feroce contestazione  con violente manifestazioni di piazza, le rivolte spesso vengono soffocate da una polizia violenta che infierisce sulla popolazione povera, nelle favelas, ma anche nelle normali abitazioni.

Già dal 23 giugno 2013 il popolo brasiliano era sceso in piazza con un’imponente manifestazione per chiedere legalità, giustizia e dignità, e le manifestazioni continuano.

No, io non vado in Brasile per la coppa del mondo ci rivela Carla in questo video, perchè il Brasile, per questi mondiali, dà un’immagine di sè non vera, la popolazione è esasperata per il costo della vita e per la quantità di denaro speso per i mondiali di calcio , se la popolazione è esasperata immaginiamoci come è la vita dei 7.000.000 dei meninos de rua , uccisi, dalla violenza e dalla droga e maltrattati psicologicamente perfino dai giornalisti (guardate in questo video come il giornalista tortura con le sue domande un bambino di soli 12 anni arresato dalla polizia)

Sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo (Mahatma Gandhi): non limitarti a firmare la petizione, ma impegnati tutti i giorni a diffonderla, solo così potremo essere milioni!

 

Circa l'Autore

Movimento Infanzia