Caro (si fa per dire) prete di Treviso che hai invitato una ragazzina abusata dal patrigno a tacere e perdonare come fece Maria Goretti, con una sola frase, sei riuscito a stuprare: (1) la memoria di Maria Goretti, (2) la coscienza e la dignità della ragazzina nigeriana, (3) il vangelo e la tua (4) vocazione sacerdotale, vediamo perché:

1 Lo stupro della memoria di Maria Goretti

Maria Goretti, quando aveva 11 anni, fu aggredita da Alessandro Serenelli che, dopo averla molestata per anni, il 5 luglio del 1902 con un punteruolo la feri’ a morte.
Maria Goretti è stata una bambina coraggiosa perchè con grida e urla si è ribellata al suo folle violentatore tanto da impedirgli lo stupro. Altro che tacere! Questa bambina ha urlato con disperazione il suo dolore al mondo. Vergogna sconosciuto prete di Treviso, vergogna per avere violentato la memoria di Maria Goretti.

2. Lo stupro della coscienza e della dignità della ragazzina nigeriana

Prete di Treviso (ma quale è il tuo nome?) hai stuprato la coscienza, la dignità di questa ragazzina nigeriana che, con sua madre, con fiducia si è rivolta a te per avere aiuto e tu ti sei rivelato il miglior complice del molestatore.
Vergonga di questa immonda complicità.

3. Lo stupro del Vangelo

Sacerdote di Treviso spero tu sia consapevole di avere stuprato anche il Vangelo al quale, almeno da un punto di vista formale, ti riferisci e leghi la tua funzione. Marco 9,42 (ma vedi anche Matteo 18.6) Chi scandalizza uno di questi piccoli che credono, è meglio per lui che gli si metta una macina da asino al collo e venga gettato nel mare. Queste parole severe le ha pronunciate Cristo e sul tuo facile perbenismo vissuto sulla pelle dei bambini Cristo ti giudicherà. Vergogna.

4. Lo stupro della tua vocazione sacerdotale

Chi scrive è profondamente cristiano, ma è ancora più profondamente indignato che preti come te mi facciano vergognare della mia fede. Mi vergogno per te sconosciuto prete di Treviso, che hai a cuore il perbenismo farisaico più che la dignità delle persone, dei bambini, quella dignità degli ultimi che Cristo ha difeso fino alla morte, quella dignità che tu hai venduto per tutelare non si sa bene cosa.
Il giorno dopo la sua elezione Papa Francesco è andato a Santa Maria Maggiore a pregare, nella chiesa ha incontrato il cadrinale Bernard Law, accusato di avere coperto per anni i preti pedofili di Boston. Quando il Papa ha visto questo cardinale che gli veniva incontro, non lo ha neppure salutato e ha detto che non voleva che frequentasse quella basilica. Questi sono i gesti che condivido e che mi fanno sentire a mio agio nella Chiesa.
Spero che la tua storia, che la tua frase, che la tua opera giunga alle orecchie di chi può decidere del tuo futuro e spero che ti levino il diritto di parlare in Chiesa e ai fedeli, perchè non oso immaginare i danni che fai con un’omelia, se penso ai danni che hai fatto con una sola frase!

Girolamo Andrea Coffari
presidente del Movimento per l’Infanzia

la notizia la si trova qui : http://www.blitzquotidiano.it/cronaca-italia/il-prete-alla-bimba-che-denuncia-le-attenzioni-patrigno-taci-perdona-maria-goretti-1721564/

Circa l'Autore

Movimento Infanzia

Leave a Comment