I BAMBINI NON ESISTONO

!cid_part1_04010409_03040208@gmail

I bambini?

I bambini non esistono, mettiamoci l’animo in pace, sono un’ illusione di qualche sciocco sentimentale, un’invenzione dell’età moderna, una proiezione della nostra immaginazione.
Dobbiamo finire di credere una volta per tutte alle favole, esistono solo gli adulti nella loro forma ancora incompleta e adulti perfettamente formati.
Cerchiamo di essere seri, se i bambini esistessero, se veramente esistessero degli esserini delicati, deboli, bisognosi di cure e attenzioni, coscienze pure, indifese, dipendenti dagli affetti familiari, dalle emozioni e dalle buone relazioni, sulle cui teste gravasse il peso di un futuro ancora tutto da vivere, ce ne saremmo accorti perbacco!

Se davvero i bambini esistessero, e faccio un ragionamento terra terra, ci saremmo preoccupati di proteggerli, non vi sembra?

Pensateci bene, potremmo in una civiltà progredita come la nostra, tollerare milioni di bambini che vivono per le strade, che combattono guerre, che lavorano 10 ore al giorno, che muoiono di fame?

Ma certo che no!

La politica internazionale avrebbe certamente agito per fermare un’ecatombe del genere, figuratevi che per molto, molto meno scoppiano guerre, si isolano commercialmente degli interi stati, si comminano severe condanne e tutti i capi di Stato pronunciano solenni e leggendari discorsi, figuriamoci se si trattasse dei bambini che putiferio succederebbe nel mondo!

Perché invece c’è un silenzio assordante?
Perché i bambini non esistono, ovvio.

Pensateci bene, se i bambini esistessero ci saremmo preoccupati perlomeno di lasciare loro in eredità un mondo pulito e una economia sana, in grado di assicurare a questi bambini un futuro sostenibile, non sarebbe un loro diritto? Mi sembra il minimo, no? Anzi, se esistessero i bambini il diritto al futuro sarebbe scolpito in tutte le costituzioni degli stati democratici e invece, secondo voi, perchè non esiste nessun diritto costituzionale a favore dei bambini, neppure quello al futuro?

Vedete che ci arrivate da soli?

Possono esistere diritti per persone che non esistono?
Svegliatevi e finitela di occuparvi di chimere e invenzioni romantiche.
Ma vi siete accorti che nei programmi, nei discorsi, nei dibattiti di tutte le campagne elettorali di tutti i partiti non si parla mai dei diritti dei bambini?
Secondo voi per quale motivo?
Vi sembra credibile che tutti, dico tutti i politici possano ignorare una questione cosi’ importante?
Certo che no!

Vi faccio solo un esempio, nel recente dibattito per le primarie del PD, Renzi, Cuperlo e Civati hanno nominato i bambini solo ed esclusivamente per pronunciarsi a favore della loro adottabilità da parte delle coppie omosessuali.
Le coppie omosessuali esistono e per fortuna i politici se ne sono accorti e per fortuna i nostri capi di partito cercheranno di assicurare loro ogni tutela (casa, pensione, reversibilità, diritti ereditari, lavoro, protezione da ogni discriminazione) ma innanzi al diritto biologico dei bambini ad avere una madre e un padre (che, voglio dire, non è un diritto da quattro soldi) vi sembra credibile che questi campioni della politica si siano semplicemente piegati alle ragioni del consenso e non si siano accorti di esigenze tanto elementari quanto ineludibili dei bambini ad essere amati, curati, educati, cresciuti con accanto una madre e un padre?
Mannò, dico, scherziamo?

Svegliatevi! I bambini non esistono.

Pensate solo alla violenza domestica, secondo voi, per quale motivo è un tema di cui nessuno parla?
Eppure la violenza domestica, quella sui bambini, riguarda un’alta percentuale di famiglie, si parla di violenza sessuale, assistita, psicologica, fisica, i danni ricavati dai bambini (se esistessero) vittime di maltrattamenti sono gravissimi e restano per tutta la vita, solo dei folli potrebbero ignorare un problema così diffuso e inquietante e allora, vi chiederete, perchè è invece totalmente ignorato?
Lo vedete che iniziate a darmi ragione?

Pensate ai bambini portati in casa famiglia per mesi, se non per anni, se esistessero davvero questi bambini, ma siamo seri, li si strapperebbero alle famiglie per i motivi più sciocchi, evanescenti e disparati?
Ma vogliamo scherzare?
Secondo voi dei bambini piccoli verrebbero tolti a dei genitori, a delle madri, per sindromi inventate da folli (ad esempio la PAS) per generiche frasi del tipo la madre è fragile, psicolabile, istrionica?
Ma smettiamola di credere ai bambini!

Se esistessero davvero la società li tutelerebbe, le leggi garantirebbero loro protezione dalla violenza, ci sarebbero psicologi in grado di comprendere i loro bisogni e giudici che si guarderebbero bene dall’emanare provvedimenti che cagionano più traumi di quelli dai quali pretendono proteggerli!
Sento che vi ho convinti.

I bambini non esistono, se n’è accorto perfino Babbo Natale, nella geniale vignetta di Arzuffi, e voi ancora ci credete?
Esistono solo gli adulti, fra questi ci sono gli adulti ancora imperfetti che vanno puniti, normalizzati, temprati, catechizzati perchè presto possano diventare adulti perfetti e completi in grado di assicurare l’ordine e la disciplina che regna sovrana nei nostri cuori e nella nostra mente e nella nostra società

Buon Natale, Buone Feste, Buon Anno Nuovo e Buon Futuro

Girolamo Andrea Coffari
presidente del Movimento per l’Infanzia

Lascia un commento