AFP4692761_Articolo   IL MOVIMENTO PER L’INFANZIA da tempo denuncia la violazione della dignità e dei diritti delle donne e dei bambini che si realizza con la pratica della maternità surrogata.

Si tratta di una forma di schiavitù per le donne e di una gravissima privazione per i bambini ai quali vengono violati diritti fondamentali.

Togliere intenzionalmente un neonato alla madre per affidarlo ad una coppia omosessuale maschile, privando il bambino della sua identità, del corpo, dell’amore, del nutrimento, della relazione, della storia, delle cure di sua madre ridotta a mero oggetto riproduttivo è un atto di profondo egoismo che riporta in vita spettri patriarcali e medioevali che pensavamo essere superati, ove il desiderio del più forte si realizzava attraverso il sacrificio dei più deboli ed il potere dei forti e dei prepotenti era la legge.

Per questa ragione il Movimento per l’Infanzia è contrario al Disegno di Legge n.2081 a firma dei senatori Cirinnà ed altri, perchè è una proposta legislativa  grossolana incapace di distinguere gli interessi in gioco fra loro contrapposti che legittima la violazione dei diritti fondamentali della persona-bambino.

Il disegno di Legge Cirinnà con la stepchild adoption spalanca le porte e dà copertura legale alla pratica inaccettabile di una nuova forma di schiavitù generativa nei confronti delle donne e considera i bambini come oggetti del desiderio adulto in forza del quale è possibile sacrificarne i più elementari diritti.

Il Movimento per l’Infanzia aderisce alla petizione  #stopsurrogacynow, un’iniziativa laica promossa e firmata anche da molti esponenti del mondo della sinistra e del femminismo francese pubblicato e appoggiato dal quotidiano Liberation.

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE

Girolamo Andrea Coffari – presidente del Movimento per l’Infanzia

 

Circa l'Autore

Movimento Infanzia

Leave a Comment