La battaglia contro il DDL 735/18 e i cattivi maestri

 Il Movimento per l’Infanzia  ha cominciato una durissima battaglia contro il DDL 735/18 a firma Pillon ed altri, perché l’ha giudicata una proposta di legge a vantaggio e tutela dei genitori violenti, perversi, incestuosi e contro i diritti e la dignità dei bambini.

Un approfondito esame del DDL 735/18 è contenuto in un articolo pubblicato giorni fa e nel Comunicato Stampa del Movimento per l’Infanzia, alla cui lettura si rimanda.

La lotta che da anni conduciamo è anche contro la PAS e l’Alienazione Parentale, si tratta di scienza spazzatura inventata da un attivista pro pedofilia (Richard Gardner) e portata in Italia da “cattivi maestri” come il dott. Camerini che, tra l’altro, ha contribuito a scrivere gli artt. 17 e 18 del DDL 735/18 che introducono proprio il concetto di  “alienazione parentale”.

Per conoscere meglio le critiche rivolte al dott. Camerini e ad una serie di “cattivi maestri” anche italiani, consigliamo la lettura del testo “Rompere il Silenzio” di Girolamo Andrea Coffari ed Laurana, acquistabili  anche on line (IBSNOVECENTOSHOP AMAZON)

Il testo si compone di una ampia premessa storica sui diritti dei bambini, di una ricostruzione, unica nel suo genere, della letteratura a favore della pedofilia e del fenomeno del negazionismo sulla violenza alle donne e ai bambini.

Si approfondiscono temi come “lo scandalo della PAS” e, appunto l’Alienazione Genitoriale,  la “bufala delle false accuse” e molte teorie sostenute da coloro che vengono definitivi “cattivi maestri”.

Il sito del Movimento per l’Infanzia è premiato per il suo impegno a favore delle vittime, nell’ultima settimana abbiamo avuto più di 35.000 nuovi visitatori e siamo sostenuti da più di 12.000 iscritti sul gruppo su FB al quale vi invitiamo ad iscrivervi, oltre che a mettere mi piace alla pagina del Movimento per l’Infanzia .

Continuate a seguirci, ad informarvi, a leggerci e partecipate attivamente alla diffusione sui social dei nostri articoli.

C’è una sofferenza enorme di bambini e donne vittime di violenza in famiglia che non sono protetti.

Questa violenza, purtroppo, è quasi sempre esercitata da uomini, da padri che si sono riuniti in lobby di pressione e che hanno tutto l’interesse che teorie prive di senso come l’alienazione parentale, la PAS, la Sindrome della Madre Malevola, la Sindrome di Medea (tutte contro le donne!) e scemenze del genere siano spacciate per scienza e applicate nei tribunali e addirittura riconosciute dalla legge.

La civiltà passa dalla protezione delle vittime, ricordiamocelo sempre, i condottieri, i generali scatenano guerre, le vittime invece scrivono la storia, perché la civiltà progredisce con la tutela della loro dignità e integrità

Non c’è futuro per l’umanità se non saprà difendere i propri figli e tutelare le loro madri.

Girolamo Andrea Coffari, presidente del Movimento per l’Infanzia

 

Lascia un commento