No, non è la gelosia: si chiama femminicidio

FOTO TEATRO

Evento formativo per giornalisti (10 crediti) al Teatro Argentina di Roma, mercoledì 15 marzo dalle ore 8.30 alle ore 15.30 sulla violenza contro le donne.

E’ un’occasione unica per riflettere su un tema importante quale la violenza contro le donne.

Il Movimento per l’infanzia da tempo si è reso conto che il tema della tutela dei bambini è collegato intimamente e profondamente alla tutela delle donne, delle madri;  la violenza domestica nelle sue declinazioni (violenza fisica, psicologica, sessuale, assistita) coinvolge quasi sempre, simultaneamente, entrambe le categorie.

Da tempo denunciamo una mancanza di consapevolezza e responsabilità innanzi ad un fenomeno sociale sommerso, di enorme portata, che è, appunto, la violenza domestica e relazionale che coinvolge donne e bambini,  denunciamo una pericolosa e subdola complicità culturale e istituzionale che è incline a indulgere con i violenti e accanirsi contro le vittime.

Assumere consapevolezza sui modelli che legittimano la violenza domestica, ma anche sociale, psicologica, istituzionale, rappresenta, per la cultura maschile, una vera e propria rivoluzione alla quale si oppongono pervicaci e forti forme di resistenza, ma il progresso etico oramai impone che la dignità, il rispetto, la promozione della persona umana (e in primo luogo quindi delle donne e dei bambini) diventino i criteri imprescindibili sui quali costruire una civiltà degna di questo nome.

La violenza è direttamente collegata all’oggettivazione della donna e dei bambini da parte dell’uomo – maschio – del compagno, del marito, del padre che, in questo momento storico, sta vivendo una profodna  crisi di identità trovandosi costretto a trovare nuovi modelli relazionali, basati sul dialogo e sul rispetto, entro i quali poter esprimere e vivere la sua affettività.

PROGRAMMA DELL’EVENTO

Introduzione:

Silvia Resta segretaria Ordine giornalisti del Lazio
Paola  Spadari presidente Odg Lazio
Carlo Picozza, responsabile formazione Odg Lazio
Luisa Betti Dakli,  giornalista esperta in gender violence
Interventi:
Maria Lepri,  giornalista TG2 associazione Giulia
Maria Monteleone, procuratrice aggiunta a capo del pool antiviolenza al Tribunale di Roma
Elisabetta Rosi, giudice consigliere della Corte di Cassazione
Teresa Manente, avvocata penalista responsabile ufficio legale Centri Antiviolenza Differenza Donna
Girolamo Andrea Coffari, avvocato, presidente del Movimento per l’Infanzia
Lettura del decalogo delle “Raccomandazioni per l’informazione sulla violenza di genere” stilato dalla Federazione
internazionale dei giornalisti
Beppe Giulietti, presidente FNSI
Intervista ad una donna sopravvissuta alla violenza maschile
Intervista su come si accoglie una sopravvissuta, Oria Gargano, presidente di Be free

Lascia un commento